logo-unione-consulting

in collaborazione con UniOne Consulting
Via Nomentana, 445 - 00162 Roma

 eMail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Tel: +39 06 94443883 | Fax: +39 06 94443881

Elenco codici tributo che in compensazione obbligano all'invio tramite i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate

agenzia entrateFinalmente sono arrivati i tanto attesi chiarimenti relativi all'obbligo per i titolari di partita iva di invio degli F24 mediante i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) per via delle compensazioni negli F24.

Infatti con la risoluzione n. 68/E del 9 giugno 2017 l'Agenzia ha reso noti tutti i codici tributo che determinato tale obbligo in essere dallo scorso aprile per via del D.L. 50/2017 e contestualmente ha chiarito in modo inequivocabile che i crediti da rimborsi 730 e quelli del cosidetto "Bonus Renzi" D.L. 66 2014 sono esclusi e potranno continuare ad essere inviati mediante i canali di Home Banking, come anticipato dalla Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro.

La riforma del lavoro autonomo: la deduzione delle spese per la formazione dei professionisti

lavoratoriautoCon l'approvazione del DDL sulla riforma del lavoro autonomo, una sorta di Jobs act degli autonomi, il governo ha voluto offrire maggiori tutele al popolo delle partite iva e dei professionisti, in termini di garanzie per gli eventi di maternità, di malattia e congedo. Inoltre ha dato una spinta alla deduzione dei costi sostenuti per la formazione professionale prevendendo una maggiore deducibilità di tali spese sui redditi a partire dall'anno in corso, quindi con effetto sull'UNICO 2018.

D.L. 50/2017 ovvero la "Manovrina" quali importanti novità

f24Il D.L. n.50/2017 pubblicato in G.U. il 24 aprile 2017 e soprannominato "Manovrina", in vigore da tale data, ha apportato diverse novità dal punto di vista fiscale, molte delle quali interessano le operazioni quotidiane dei contribuenti.

La Circolare n.4 della fondazione studi dei Consulenti del lavoro le riassume in modo chiaro, ma vediamo quali sono i punti essenziali a cui far attenzione.

Il primo importante punto è quello della riduzione del limite per l'utilizzo del credito d'imposta in compensazione, che da € 15.000 si abbassa a € 5.000 per l'uso libero senza apposizione del visto.

Nuova dichiarazione di successione: da Gennaio è on line

testamentoCon il provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 27 Dicembre 2016 è stata introdotta la possibilità di inviare la dichiarazione di successione in modo telematico a partire dal 23 gennaio 2017.

Il nuovo applicativo disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate SuccessioniOnline permette di compilare la dichiarazione e di inviarla, in modo autonomo se abilitati o attraverso un intermediario, di autoliquidare l'imposta dovuta e di richiedere la volture degli immobili interessati.

Questa semplificazione consente uno snellimento della procedura, fino al 31 dicembre 2017 sarà affiancata ancora dalla modalità cartacea, che quindi dal 1 gennaio 2018 sarà definitivamente superata (fatto salvo per le successioni aperte in data anteriore al 31 ottobre 2006 o modifiche e integrazioni di quelle già presentate in cartaceo).

Per i professionisti e le imprese individuali dal 1 Giugno 2016 il recapito delle Cartelle di Equitalia solo via PEC

pecCome previsto dall'art. 14 del D.lgs. 159/2015 e come da nota informativa n. 64 del 2016 del concessionario alla riscossione dei crediti verso l'erario, dal 1 giugno 2016 la notifica delle cartelle esattoriali per i professionisti iscritti ai rispettivi Albi, Collegi professionali e per le ditte individuali iscritte presso il Registro delle Imprese avverrà SOLO a mezzo di Posta Certificata (PEC).

Pertanto occorre che gli indirizzi PEC conosciuti dall'Albo di appartenenza e quello comunicato alla Camera di Commercio sia attivo e soprattutto consultato con regolarità, in modo da poter tenere sotto controllo il recapito di eventuali comunicazioni da parte di Equitalia.

Super-ammortamento: una grande chance per gli investimenti nei beni strumentali all’impresa

technology industry machine 235772La legge di Stabilità 2016 ha introdotto una possibilità per imprese e lavoratori autonomi molto interessante, che consente di usufruire di una maggiore deduzione dei costi di ammortamento sulla spesa di acquisto di alcuni beni strumentali nuovi comprati dal 15.10.2015 fino al 31.12.2016. L'acquisto può essere sia in proprietà che in leasing, riguarda bene nuovi e materiali, non rientrano pertanto i beni usati né quelli immateriali.

Per beni strumentali si intendono quei beni che vengono acquistati affinchè l'azienda possa produrre, dall' agevolazione sono esplicitamente esclusi:

- I fabbricati e le costruzioni
- Beni strumentali che hanno coefficienti di ammortamento inferiori al 6,50% annuo
- In generale i beni indicati all' Allegato 3 della Legge di stabilità 2016.

Insieme al 730 precompilato debutta anche l'Unico dal 2016

unico2016La Circolare pubblicata il 29 Marzo 2016 dall'Agenzia dell'Entrate annuncia che dal 2016 saranno sempre di più i contribuenti che vedranno on line precompilate le proprie dichiarazione dei redditi per l'anno d'imposta 2015.

A partire dal 15 aprile 2016 saranno messi on line sul sito dell'Agenzia delle Entrate sia il 730 precompilato per milioni di cittadini lavoratori dipendenti e pensionati, ma anche l'Unico per le persone fisiche.

Socio accomandatario, importanti chiarimenti: quando non deve versare alla Gestione commercianti dell’INPS

socio 2016Recentemente vi sono stati importanti interventi della giustizia nello specificare e delineare le fattispecie in cui il socio accomandatario della sas non debba iscriversi e versare alla Gestione commercianti dell’INPS.

Questi interventi sono molto rilevanti, perché di frequente l’INPS contesta ai soci accomandatari la mancata iscrizione alla Gestione commercianti e richiede quindi il versamento dei contributi dovuti al contribuente, anche in situazioni in cui poi la giurisprudenza ha dimostrato che non sono assolutamente dovuti.

Nuove dimissioni on-line a partire dal 12 marzo 2016

dimissioni 2016In attuazione di quanto previsto dal D.lgs. 151/2015 siamo alle soglie del 12 marzo 2016, data a partire dalla quale le dimissioni e le risoluzione consensuali del rapporto di lavoro del settore privato, escluso quello marittimo, dovranno essere effettuate esclusivamente on-line.

La Circolare del Ministero del Lavoro n.12 del 4 marzo 2016 indica la modalità di utilizzo delle nuove dimissioni che nascono dall’esigenza di limitare il fenomeno delle “dimissioni in bianco” ovvero la brutta abitudine di far firmare modelli cartacei di dimissioni da utilizzare poi all’occorrenza e purtroppo senza il vero consenso del lavoratore, la procedura telematica dal 12 marzo p.v. sarà l’unica possibile e rende inefficace ogni altra metodologia di dimissione.

Nuove dimissioni on-line a partire dal 12 marzo 2016 (2)

dimissioni 2016In attuazione di quanto previsto dal D.lgs. 151/2015 siamo alle soglie del 12 marzo 2016, data a partire dalla quale le dimissioni e le risoluzione consensuali del rapporto di lavoro del settore privato, escluso quello marittimo, dovranno essere effettuate esclusivamente on-line.

La Circolare del Ministero del Lavoro n.12 del 4 marzo 2016 indica la modalità di utilizzo delle nuove dimissioni che nascono dall’esigenza di limitare il fenomeno delle “dimissioni in bianco” ovvero la brutta abitudine di far firmare modelli cartacei di dimissioni da utilizzare poi all’occorrenza e purtroppo senza il vero consenso del lavoratore, la procedura telematica dal 12 marzo p.v. sarà l’unica possibile e rende inefficace ogni altra metodologia di dimissione.

faq Area FAQ

Domande frequenti

Leggi le domande più frequenti

Entra

Condizioni di utilizzo

Leggi le condizioni di utilizzo

La mia filosofia

"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo."

(Albert Einstein)

Seguici ovunque!

sito-compatibile

seguici-su-facebook

Contatti

Per qualsiasi domanda, chiarimento o dubbio manda una eMail a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. consulta la cookie policy.