logo-unione-consulting

in collaborazione con UniOne Consulting
Via Nomentana, 445 - 00162 Roma

 eMail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Tel: +39 06 94443883 | Fax: +39 06 94443881

Socio accomandatario, importanti chiarimenti: quando non deve versare alla Gestione commercianti dell’INPS

socio 2016Recentemente vi sono stati importanti interventi della giustizia nello specificare e delineare le fattispecie in cui il socio accomandatario della sas non debba iscriversi e versare alla Gestione commercianti dell’INPS.

Questi interventi sono molto rilevanti, perché di frequente l’INPS contesta ai soci accomandatari la mancata iscrizione alla Gestione commercianti e richiede quindi il versamento dei contributi dovuti al contribuente, anche in situazioni in cui poi la giurisprudenza ha dimostrato che non sono assolutamente dovuti.

Domande di pensione per i lavori usuranti in scadenza al 1 Marzo 2016

lav usuranti 2016Il 1 Marzo 2016 scade il termine per presentare la domanda di pensionamento per i lavoratori che svolgono lavori usuranti e che maturano i requisiti pensionistici nell'anno 2016.

L'INPS con messaggio n. 386 del 29 gennaio 2016 ha fornito tutte le indicazioni per poter vedersi riconosciuta la pensione di anzianità per tutte le categorie di lavoratori, autonomi e dipendenti, che a causa di mansioni usuranti possono godere di un termine di pensionamento inferiore alla generalità dei lavoratori.

Nel messaggio sono elencati i requisiti temporali necessari per ogni categoria di lavoratore, qualora in possesso di questi, si potrà presentare la domanda di pensione entro il 1 marzo p.v. con il nuovo modello presentato che alleghiamo qui.

Gestione separata: aggiornata l'aliquota e i massimali per il 2015

gs2015L'Inps ha definito con la Circolare n. 27 del 5 Febbraio 2015 l'aliquota da applicare per gli iscritti alla Gestione separata L. 335/1995 e i massimali per l'anno 2015.

In attesa di un intervento del Governo in questo senso, perchè il popolo delle partite IVA ha chiesto, come avvenne per il 2014, di abbassare l'aliquota oramai diventata quasi al livello di quella dei lavoratori dipendenti e ritenuta insostenibile, l'Inps ha stabilito gli aggiornamenti delle aliquote 2015 in questo modo:

- Per gli iscritti alla Gestione separata sprovvisti di altra copertura previdenziale l'aliquota passa a 30,72%

- Per coloro che hanno altra copertura previdenziale l'aliquota "ridotta" diventa 23,50%.

Esonero contributivo triennale per le assunzioni a tempo indeterminato: chiarimenti dell'INPS

workSono finalmente arrivati maggiori chiarimenti sulle condizioni di fruizione degli sgravi contributivi introdotti dalla legge di stabilità 2015 per le assunzioni a tempo indeterminato, rivolti a poter incentivare il massimo ricorso a questa forma di rapporto lavorativo rispetto a quelle più flessibili.

Con la Circolare n. 17 del 29 Gennaio 2015 dell'INPS l'istituto ha dato istruzioni su come un datore di lavoro privato possa godere di questo importante beneficio che comporta lo sgravio dei contributi previdenziali a suo carico per un triennio a partire dalle assunzioni a tempo indeterminato con decorrenza 1 gennaio 2015 fino al 31 gennaio 2015. Non vale invece per il settore pubblico.

Lo sgravio contributivo non può essere utilizzato nel caso di lavoro domestico e nel caso di apprendistato.

Come ottenere il CUD 2014 dall’INPS

cudCome l'anno scorso e ai sensi della L. 228/2012, anche quest'anno il CUD rilasciato dall'INPS per i pensionati non verranno spediti via posta, ma saranno rilasciati attraverso i canali telematici, per ridurre i costi di stampa e di consegna delle copie cartacee.

Ricordiamo quindi quali sono le modalità per ottenere il CUD 2014:

- On line nel portale personale INPS del contribuente cliccando nella "Servizi al cittadino" – Inserire il PIN per autenticarsi – "Fascicolo previdenziale per il cittadino", in questa pagina quindi verrà visualizzato il proprio CUD

- Via posta certificata, si può ottenere il CUD ricevendola sulla propria pec mandando la richiesta a questo indirizzo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aumenta il ticket di licenziamento INPS dal 2014

licenziamentoA partire dal 2014 licenziare costerà di più, è stato previsto un aumento del contributo da versare all'INPS per il ticket licenziamento, che passera da € 483,80 a € 489,61 (40,80 euro mensili) per ogni anno di anzianità aziendale e per un massimo di 3 anni. L'aumento è legato alla rivalutazione ISTAT del 1,2%.

Sorpresa amara per gli imprenditori, sempre più tartassati su ogni fronte da rincari di ogni genere.
Il ticket è dovuto per ogni risoluzione del contratto indeterminato per cause non riconducibili alla volontà del lavoratore e che darebbero diritto all'indennità di disoccupazione, infatti tale contributo aggiuntivo è stato istituito dalla Riforma Fornero L. 92/2012 proprio per finanziare il sostegno ai lavoratori disoccupati, negli ultimi anni purtroppo cresciuti in grande misura.

Blocco dell’aliquota INPS Gestione separata per il 2014

gest sepLa Legge di stabilità per il 2014 ha previsto il blocco dell'aumento dell'aliquota INPS per gli iscritti alla gestione separata, che era stato innalzato dalla Riforma Fornero.

Infatti nel 2014 il versamento avrebbe dovuto essere al 28% del reddito imponibile, arrivando progressivamente fino al 33% nel 2018 pareggiando quindi la contribuzione stabilita per i lavoratori dipendenti.

Ma le proteste sono state forti, gli autonomi che versano alla gestione separata dell'INPS hanno fatto sentire il loro sgomento.

Dal 2013 anche per il padre lavoratore dipendente il congedo parentale obbligatorio

padreLa L.92/2012 ha riformato il congedo parentale, in via sperimentale per gli anni dal 2013-2015 a partire dal 1 gennaio 2013, introducendo l'obbligo per il padre lavoratore dipendente entro i primi 5 mesi di vita del bambino di astenersi dal lavoro per un giorno.

La retribuzione è completamente a carico dell'INPS, che riconosce al padre un'indennità pari alla giornata lavorativa. Tale diritto aggiuntivo per il padre (inteso come naturale, affidatario o adottivo) è definito dall'INPS come autonomo e quindi viene fruito indipendentemente dal congedo obbligatorio goduto dalla madre del bimbo.

Dal 2014 stop all’utilizzo del RID per il versamento dei contributi volontari all’INPS


inps pensioniA partire dall'1 gennaio 2014 l'autorizzazione al pagamento automatico sul proprio conto corrente a mezzo di RID non potrà più essere utilizzata per il versamento dei contributi volontari all'INPS.

I contributi volontari rappresentano dei versamenti contributivi che i contribuenti decidono di effettuare per coprire dei periodi che risultano scoperti da previdenza (come periodi di aspettativa non retribuita o in cui non si è svolto alcun lavoro), si cumulano con gli altri contributi in carico al fine del raggiungimento dei requisiti pensionistici.

In questi giorni l'INPS sta inviando agli interessati la comunicazione di interruzione di addebito dei pagamenti RID dal prossimo anno, certo in contrasto con l'obiettivo di semplificazione e agevolazione degli adempimenti ai cittadini.

Le novità sugli obblighi della lavoratrice in gravidanza

pregnantL'art.34 della legge 98/2013 ha previsto delle semplificazioni negli obblighi della lavoratrice in gravidanza.

Quando saranno comunicate le modalità pratiche di attuazione della legge con l'accordo tra il Ministero della Salute e il Ministero del Lavoro, entro e non oltre 6 mesi da tale pubblicazione, sarà il medico competente a trasmettere all'Inps tutti i certificati necessari, che fino ad ora era la lavoratrice a dover consegnare.

Infatti il medico invierà con modalità telematiche il certificato di gravidanza in cui verrà indicata la data presunta del parto, il certificato di nascita del bambino o quello di interruzione della gravidanza.

faq Area FAQ

Domande frequenti

Leggi le domande più frequenti

Entra

Condizioni di utilizzo

Leggi le condizioni di utilizzo

La mia filosofia

"Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo."

(Albert Einstein)

Seguici ovunque!

sito-compatibile

seguici-su-facebook

Contatti

Per qualsiasi domanda, chiarimento o dubbio manda una eMail a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. consulta la cookie policy.